sabato 22 dicembre 2012


In uscita la nuova edizione di Casertagenda 2013, un progetto ambizioso


Piana delle Pesche, Gioia Sannitica. Una foto scattata qualche giorno fa da Alessandro Santulli, una piccola anticipazione dei contenuti di Casertagenda 2013. C’è ancora qualcuno che crede che la nostra provincia sia solo camorra? Se è così allora c’è ancora qualcuno che continua a giudicare senza conoscerla.

Negli ultimi due anni abbiamo ascoltato tanti cittadini, imprenditori e rappresentanti del nostro territorio, persone che grazie al loro impegno ed alla loro passione provano a ridare vigore, connettendo le loro competenze ai loro luoghi, valorizzando le esperienze e tradizioni locali. L’unico compromesso? Fare territorio! Spesso il loro vero valore aggiunto non è nelle loro competenze ma nella vera interpretazione del significato di promozione. La promozione che fa bene, quella connessa e condivisa, quella che costruisce e non disfa.
Promuovere, tutelare, condividere ed aggregare con entusiasmo e determinazione. Questi gli intenti comuni di un gruppo di giovani che crede nella responsabilità e nel rispetto verso il nostro territorio, dove spesso, ma per fortuna non sempre la cronaca e le polemiche si sostituiscono alla vera necessità della nostra terra. La promozione!
Proviamo ad ascoltare cosa ci chiede la nostra terra, ora più che mai i suoi bisogni coincidono con i nostri. Di cosa abbiamo veramente bisogno? Ottimismo, così come la nostra terra di una comunicazione positiva e propositiva. Ogni giorno siamo tenuti a rispettare questa esigenza rappresentando la parte migliore della nostra provincia, quella che crea ed unisce.
La reggia di Carditello, la Reggia di Caserta, questi sono due degli innumerevoli esempi che meritano di essere sostenuti nelle iniziative, valorizzati al meglio, incentivati a rinascere. Questo è quanto nel nostro piccolo vorremmo fosse possibile realizzare.
Casertagenda è l’unico progetto editoriale della provincia che vuole mettere insieme le eccellenze diventando essa stessa un’eccellenza. Un prodotto ambizioso ed elegante che si rivolge a chi ha voglia di leggere e di vivere il territorio.
Casertagenda è l’espressione più nobile di quiCaserta. Un annuario e una testata che vogliono semplicemente parlare di territorio, due espressioni diverse di un progetto unico, che si completano e si compensano e che s’inchinano dinanzi ad uno spettacolo spesso offeso e deturpato dall’ignoranza.

Il contenuto di entrambe le espressioni editoriali guarda da due anni sempre in un’unica direzione: dare linfa nuova al casertano. Un progetto, il nostro, una scommessa, che cerca di camminare con i propri piedi, senza santi in paradiso e con la sola voglia di fare e restare. Approfondimenti sulle tipicità, spazio a chi le cose le fa, perché fermamente convinti che in questo periodo così poco felice per tutti c’è bisogno di costruire, non di distruggere. Proprio grazie a chi ha creduto in noi oggi possiamo permetterci quel minimo di ossigeno necessario per tenere in piedi un sogno. Aziende ed Enti che nonostante le difficoltà del momento hanno ritenuto opportuno fare uno sforzo in più per darci l’opportunità di fare.
Non vendiamo agende, ma comunichiamo attraverso contenuti e chi aderisce all'iniziativa in qualche modo ha qualcosa di bello da mostrare o da raccontare, e siamo sicuri che non c’è un solo posto non meritevole di attenzione nel nostro territorio. Troppo idealisti? No, troppo stanchi delle solite facce in prima pagina, delle solite cose insinuate. Qualcuno l’ha definita “una memoria storica”, qualcun altro molto più banalmente “un’agenda”, chi ci lavora da due anni e da ormai tre edizioni sa, senza presunzione e con umiltà, che è una scommessa, una ricetta nuova, qualcuno la chiama “linea editoriale” quella che seguiamo, per noi è semplicemente voglia di rinascere.

Nessun commento:

Posta un commento