sabato 18 febbraio 2017






"Che vengano qui a vedere com'e' fatto il dolore, che cos'e' davvero la vita. 
Toglieteli dalle gabbie perche' imparino a conoscere chi sono le loro vittime. 
Sparano ai simboli, ma uccidono uomini". 

(Maria Teresa Principe, madre di Raffaele Delcogliano)



Camorra e Brigate Rosse: il patto infame. Nuove rivelazioni dal passato
In libreria dal 16 febbraio "IL PATTO INFAME. La Camorra, le Brigate Rosse, l'assassinio di un giovane politico. Una verita' insabbiata" di Luigi Grimaldi, Melampo editore
____________________________________________________


La mattina del 27 aprile 1982 un commando di terroristi uccise a Napoli Raffaele Delcogliano, avvocato beneventano di trentotto anni, assessore Dc al Lavoro della Regione Campania, e il suo autista e amico Aldo Iermano. Un duplice delitto inscritto nello scenario tormentato degli anni di piombo e firmato dalle Brigate Rosse.

Ma chi erano i mandanti? A distanza di quasi quarant’anni dall'attentato il giornalista Luigi Grimaldi ricostruisce una nuova verità nel suo libro "Il patto infame", edito da Melampo //bit.ly/2d35ULM e in libreria dal 16 febbraio 2017: qui emergono tracce finora ignorate che conducono a interessi scellerati comuni che all'epoca legarono le Br, la criminalita' organizzata e una spregiudicata politica locale che utilizzava il lavoro come strumento clientelare, per fare incetta di consensi aspirando soldi pubblici dallo Stato.
Ma il giovane Delcogliano all'interno del suo partito aveva preso le distanze dalla logica dei favori in cambio di voti, lavorava per dare speranza a un Meridione in perenne ricerca di riscatto civile e sociale, aveva assunto l'impegno di portare avanti una politica di reale rinnovamento. Stava mantenendo la promessa e pubblicamente dichiarava: "Non lo faccio perche' voglio salvare qualcuno in particolare. Quando si fanno discorsi come li faccio io, forse non salvo neanche me stesso".


La prima presentazione del libro si svolgerà lunedi' 27 febbraio alla Libreria Feltrinelli di Verona, ore 18.00 in via Quattro Spade 2. Saranno presenti insieme all'Autore: Fernando Malfatti, investigatore della Polizia di Stato a Napoli durante gli anni di piombo, e Federica Sgaggio, giornalista e scrittrice. Ingresso libero. 

BIOGRAFIA. Luigi Grimaldi
 e' nato a Benevento nel 1961. Giornalista, vive e lavora a Verona e dal 1992 scrive per il quotidiano "L'Arena"; ha lavorato come inviato, si e' occupato di cronaca giudiziaria e ha seguito numerosi processi su criminalita' e corruzione.

Nessun commento:

Posta un commento