martedì 21 febbraio 2017



La giornalista Francesca Nardi
 parla di
Camorra: a Napoli con il sindaco De Magistris.
Dibattito sul suo libro  “Codice inverso” uno spaccato inedito sul Clan dei Casalesi e sulle rivelazioni del pentito Carmine Schiavone

Ha risposto con entusiasmo il Rione Luzzatti alla presentazione del libro della giornalista Francesca Nardi “Codice Inverso”. La giornalista, carrarese di nascita e casertana di adozione, descrive personaggi noti della camorra casertana attraverso i ricordi di una vita spesa al servizio della verità, mossa dal desiderio inesauribile di “capire”, di addentrarsi nelle vicende criminose per tentare di comprenderne le origini, le motivazioni…per risalire a chi muove i fili protetto spesso dall’oscura coltre del potere.
La serata, voluta dal consigliere della IV municipalità di Napoli Carmine Stabile e moderata dall’avvocato Francesco Russo,  ha ospitato l’avvocato Alessandro Barbieri conoscitore delle realtà criminale casertana e napoletana.
“Padrone di casa” e relatore principale dell’incontro svoltosi nel teatro parrocchiale rionale, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris che, con la chiarezza che lo contraddistingue da sempre,  ha parlato della realtà camorristica nei nostri territori: “Il sistema criminale organizzato è battibile – ha detto – ma non deve essere sottovalutato perché la camorra si è infiltrata nei posti chiave della nostra società e della politica. Possiamo vincere questa battaglia epocale, ma dobbiamo alzare di molto il livello di lotta, imparare a riconoscere ed isolare i nuovi camorristi, quelli che si vestono bene, parlano meglio e non si fanno notare…sono loro il cancro da estirpare, imparando – ha concluso ringraziando Francesca Nardi per il lavoro svolto – a domandarsi cosa c’è dietro ogni cosa, accendendo un faro nei punti oscuri delle vicende del nostro Paese”.



Nessun commento:

Posta un commento