domenica 10 giugno 2012

E’ MORTO IERI A S. MARIA A VICO ANTONIO PISCITELLI IL GIORNALISTA PIU’ CORAGGIOSO DELLA PROVINCIA DI CASERTA


A destra Antonio Piscitelli,con il nostro direttore negli anni '60,  al Castello Ducale di Faicchio,  in occasione di un convegno sulla giustizia. -

E’ MORTO IERI A  S. MARIA A VICO  ANTONIO PISCITELLI IL GIORNALISTA PIU’ CORAGGIOSO DELLA PROVINCIA DI CASERTA

Protagonista di primo piano del giornalismo degli anni  ‘80  è stato autore di pregevoli saggi di politica e di cronaca giudiziaria. Figlio di avvocato è stato funzionario del Ministero di Grazia e Giustizia. 
Antonio Piscitelli venne alla ribalta, tra l’altro quale autore del saggio “La Provincia è di Sua Eccellen­za” (uno spaccato sulle connivenze politiche nelle speculazioni edilizie e non. Per Sua Eccellenza - all’epoca - doveva intendersi il senatore Giacinto Bosco). 
Giornalista coraggioso,  fu inviato speciale per  “ABC” e “l’Avanti! ”. Antonio Piscitelli è stato, tra l’altro, anche autore, di “Un giorno in Tribunale”, ri­flessioni e polemica di un giornalista accusato d’oltraggio a magistrato.
Il giornalista Piscitelli, nel suo libro, rievocava le vicissitudini, giudiziarie e non, del Presidente di una sezione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Michele Di Tolla, con il qua­le aveva avuto un feroce scontro verbale e una serie di querele per diffamazione. Di Tolla, come si ricorderà, aveva condannato Don Vincenzo Coppola, per lo scempio di Pinetamare a 100 mila lire di ammenda, e, tra l’altro, risultò anche che il magistra­to era proprietario di un appartamento in una delle torri costruite abusivamente.

Alla vedova, ai figli,  le condoglianze della nostra redazione.  



Nessun commento:

Posta un commento