domenica 16 giugno 2013


venerdì 14 giugno 2013

Convegno storico alla caserma “Salomone”

 di Capua


CAPUA: Martedì 11 giugno, presso la caserma “Salomone” di Capua si è tenuto un convegno storico avente ad oggetto la battaglia del Volturno del primo ottobre 1860, che si combatté davanti alla fortezza di Capua tra borbonici e garibaldini. Dopo varie edalterne vicende lo scontro si chiuse in sostanziale pareggio con i borbonici inchiodati sulle sponde del fiume e i garibaldini frenati nella loro avanzata in direzione di Roma. Poi, come si sa, l’evoluzione delle vicende belliche furono favorevoli agli invasori “garibaldesi”, grazie soprattutto all’intervento massiccio delle truppe savoiarde di Vittorio Emanuele II che attraversando i possedimenti papalini e poi l’Abruzzo-Molise, erano giunte in Terra di Lavoro per dare manforte alle camicie rosse rimaste impantanate sul fronte del Volturno. Di questi accadimenti e di tante altre cose si è parlato a lungo nella caserma capuana in una conferenza fortemente voluta dal comandante, colonnello Pasquale Mingione, sempre molto sensibile a eventi culturali di tal guisa, e dall’Istituto
il dr. Francesco Salemi  (sin.) ed il col. Pasquale Mingione, comandante della Caserma
di Ricerca Storica delle Due Sicilie impegnato ormai da anni in una metodica opera di ricostruzione della storia del meridione d’Italia e, in particolar modo, di quella del cosiddetto periodo risorgimentale. Sono intervenuti, accanto al colonnello Mingione, il presidente dell’Istituto Giovanni Salemi che ha portato i saluti dell’Istituto e il dt. Giuseppe Catenacci, pastpresident dell’Associazione ex Allievi della Nunziatella che si è soffermato ad illustrare ai numerosi militari presenti in sala la gloriosa storia dell’antica istituzione napoletana. Le relazioni vere e proprie, invece, sono state svolte da Fernando Riccardi, storico, scrittore e giornalista, che ha tratteggiato gli eventi che portarono alla battaglia del Volturno e le successive  conseguenze che da esso scaturirono, e dal capitano Giovanni Rinaudo che si è soffermato soprattutto sugli aspetto tattico-militari di quel durissimo scontro. E’ stato davvero un bel pomeriggio che ha molto interessato ed incuriosito i numerosissimi presenti che hanno potuto ascoltare anche “l’altra campana” di alcune vicende  che non sempre si trovano scritte sui libri di storia. Anche perché, come si sa, la storia la scrivono sempre e comunque i vincitori. Nella sala conferenze della caserma “Salomone”, accanto al tenente-colonnello Cosimo Greco ed agli altri ufficiali e allievi, erano presenti anche i cavalieri Francesco Salemi e Giancarlo Rinaldi, membri autorevoli dell’Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie, e la graziosa signorina Alla Melnyk. Il convegno si è chiuso con l’intervento del presidente Salemi il quale ha ricordato che la XVI edizione della commemorazione dei soldati napoletani caduti in occasione della sanguinosa battaglia del Volturno, per la cui organizzazione si è già alacremente al lavoro, si terrà a Capua nei giorni 5 e 6 ottobre 2013.
il col. Pasquale Mingione durante la presentazione dell'evento
da sin. il dr. Giuseppe Catenacci, il comm. Giovanni Salemi edil dr. Fernando Riccardi
il dr. Riccardi durante il suo apprezzato intervento

Aggiungi didascalia

il cap. Giovanni Rinaudo durante il suo intervento

il dr. Catenacci

una simpatica "soldatessa" porge ai relatori gli omaggi da parte del comandante della caserma

ed il dr. Catenacci mentre ricambia con le interessantissi e apprezzatissime pubblicazioni dell'Ass. Naz. Ex Allievi della Nunziatella

Nessun commento:

Posta un commento