mercoledì 4 gennaio 2017



Quando lo schiaffo è caparra di morte


LUNEDI’  9   gennaio 2017, verrà pubblicato un duplice efferato delitto che  accadde

Nel centro di San Cipriano di Aversa il 1° maggio del 1954


LA FESTA DEI LAVORATORI INSANGUINATA DA 

UN EFFERATO

DELITTO

Quando lo schiaffo è caparra di morte! A dicembre 1953 i due  fratelli piccoli dei due assassini erano stati schiaffeggiati da  Salvatore Morza contro cui erano diretti i colpi che uccisero per “aberratio ictus” Armando Diana che a lui si accompagnava.

AI DUE GIOVANI FURONO INFLITTI 18 ANNI DI RECLUSIONE VITTIME DI PIÙ DI OGNI ALTRO DEI TRISTI  PREGIUDIZI LOCALI.


Nei tre gradi di giudizio furono impegnati gli avvocati: Giuseppe Sotgiu, Alfonso Raffone, Carlo Cipullo, Nicola Foschini, Ettore Botti, Giuseppe Garofalo, Ciro Maffuccini e Alfredo De Marsico.

 

TUTTI I RETROSCENA ED  I PARTICOLARI


NELLA RUBRICA
“CRONACHE DAL PASSATO”
A CURA DI FERDINANDO TERLIZZI
SUL QUOTIDIANO
“CRONACHE DI CASERTA”
E ON LINE SU
“SCENA  CRIMINIS”




Nessun commento:

Posta un commento