sabato 8 settembre 2012

FESTIVAL, “OMAGGIO AL BORGO” DI RAMIN BAHRAMI. In apertura si è esibita Sara Amoresano, giovane talento campano.




SETTEMBREalBORGO42
Casertavecchia, 1/7 settembre 2012

FESTIVAL, “OMAGGIO AL BORGO” DI RAMIN BAHRAMI.
In apertura si è esibita Sara Amoresano, giovane talento campano.

È stato Ramin Bahrami l’assoluto protagonista del primo dei due “fuori programma” di “SETTEMBREalBORGO42”, il Festival Internazionale di Musica e Dintorni, organizzato dalla Provincia di Caserta con il contributo della Regione Campania e la partnership della Camera di Commercio di Caserta.
Teatro dello “special event” l’affollatissimo Duomo di Casertavecchia, antica cattedrale romanica, dove il pianista iraniano, direttore della prima e fortunata “Classical Music Performance Summer School” del Festival, ha proposto un originale “Omaggio al Borgo”, dedicando un concerto di raro ascolto a due virtuosi della “classica: l’italiano Domenico Scarlatti e il tedesco Johann Sebastian Bach.
Prima di guidare per mano gli spettatori in un affascinante viaggio musicale alla scoperta della Musica (con la M maiuscola), regalando alla platea una indimenticabile serata di note, il Maestro Bahrami ha affidato l’apertura ad un giovane talento campano, da lui scelto ed ammesso alla “Summer School”. “È un grande piacere per me presentare Sara Amoresano” - ha detto il celebre artista sull’altare - “che suonerà per noi ‘Papillon’ di Robert Schumann”. Poche parole e l’allieva, appena 16 anni, originaria di Napoli, ha interpretato il brano con particolare trasporto, conquistando un lungo applauso ed ottenendo dal Maestro la possibilità di eseguire un bis.
Al termine della sua emozionante esibizione, si è seduto al pianoforte Ramin Bahrami, noto in tutto il mondo per le sue straordinarie e personali interpretazioni bachiane. Sfiorando i tasti in bianco e nero del gran coda, ha incantato la platea eseguendo nell’ordine : la prima suite inglese in la maggiore di Bach, quattro sonate di Scarlatti (rispettivamente in re minore, sol maggiore, re maggiore e do maggiore) e la quarta suite inglese in fa maggiore di Bach. Acclamato dal pubblico e dai suoi stessi allievi, il grande pianista ha concesso un bis, mostrando tutta la passione e la tecnica che, a soli 36 anni, gli hanno permesso di conquistare un posto di assoluto rilievo nel gotha della “classica” mondiale.
Un altro “colpo” messo a segno dalla Rassegna, che prosegue stasera con lo spettacolo a sorpresa del comico Paolo Labati, che si esibirà alle 22,30 in Piazza Vescovado.


COMUNICATO nr. 24
Caserta, 8 settembre 2012

Nessun commento:

Posta un commento