sabato 1 giugno 2013




mercoledì 29 maggio 2013


Anamnesi e principali analisi

per qualsiasi suggerimento o indicazione scrivere al seguente indirizzo:

xmarcobiancolife@gmail.com


Marco è un uomo di 33 anni che ha sempre goduto di ottima salute, almeno fino allo scorso ottobre quando si è ammalato di una malattia neurologica degenerativa autoimmune soggetta a frequenti recidive molto rara (quasi unica). Attualmente è ricoverato presso il reparto di neurologia del II Policlinico di Napoli in gravi condizioni. Inizialmente gli è stata diagnosticata un ADEM da CMV ma, non rispondendo alle cure e analizzando il decorso della malattia è stato ipotizzata una Sclerosi Multipla Maligna che però presenta diverse anomalie:
o        alte proteine nel siero,
o        assenza di bande oligloconali nel Liquor,
o        dalle RM risultano lesioni non visibili con il contrasto
o        risposte negative alla cura cortisonica
A Marco sono già state somministrati forti dosi di cortisone (che lo facevano peggiorare) il Ganciclovir (al quale non ha apparentemente reagito) le immunoglobuline (a seguito delle quali aveva avuto ottime riprese almeno dopo le prime tre somministrazioni...poi purtroppo sempre meno) e il Tysabri (preso una sola volta il 29/5 e stiamo quindi aspettando di sapere come reagisce).
Per favore aiutateci a trovare qualcuno che abbia trattato con successo un caso simile. In questo momento non è facile spostare Marco, quindi, prima di decidere, vorremmo sapere se esistono strade diverse da quelle che sta percorrendo a Napoli. Grazie

Bianco Marco, anni 33,
nato a Napoli il 26.04.1980, residente in Pozzuoli, professione dottore commercialista.

ANAMNESI FISIOLOGICA
nato da parto eutocico con allattamento al seno, abitudini alimentari regolari, dieta varia ed equilibrata, nessuna intolleranza dichiarata, non fumatore, non consumatore abituale di alcol, vaccinazioni secondo legge, diuresi fisiologica.

ANAMNESI PATOLOGICA REMOTA
malattie dell'infanzia, nessuna intervento chirurgico, nessun trauma grave, nessuna allergia.

ANAMNESI PATOLOGICA PROSSIMA
NOVEMBRE 2012, circa 20 gg. dopo un episodio di vomito e diarrea, subentra una sintomatologia caratterizzata da disorientamento spazio-temporale, amnesia a breve termine, astenia, parestesie agli arti inferiori e cefalea.

21/11/2012. Viene ricoverato presso il reparto di Medicina Generale dell'UOC S.M. delle Grazie di Pozzuoli dove effettua una TC cranio senza MdC che risulta essere negativa.

24/11/2012. In seguito ad un deterioramento dello stato neurologico (peggioramento dell'amnesia, comparsa di disturbi dell'equilibrio), i familiari decidono di prelevarlo dal suddetto nosocomio e di portarlo all'AORN "Cardarelli" dove i sanitari sottopongono il paziente a: rachicentesi, rx torace, EEG, TC cranio senza MdC. Visto che l'esame chimico-fisico del liquor evidenziava un grave danno della barriera ematoencefalica, il paziente viene trasferito all'Ospedale "Cotugno" con sospetta "ENCEFALITE A LIQUOR LIMPIDO".
allegato A: esame LIQUOR del 24/11.
allegato B: EEG del 24/11.

OSPEDALE COTUGNO: all'ammissione in reparto dall'E.O. risultava GCS 15, no deficit motori, no interessamento nervi cranici, Babinski accentuato bilateralmente, alterazioni della comprensione del linguaggio, TC 37,7 C.
Veniva impostata la seguente terapia:
ZOVIRAX 750 mg x 3,
DESAMETASONE 4 mg x 4,
CEFTRIAZONE 3 gr/die,
GLICEROLO 10% 250 ml,
GARDENALE 100 mg/die.

Dal 24/11 al 15/12: progressivo peggioramento delle condizioni generali e della sintomatologia neurologica. Dagli esami microbiologici, risultava la presenza di IgM anti CMV con PCR DNA-CMV su liquor negativa. I sanitari decidono per un ciclo di GANCICLOVIR per 10 gg a partire dal 5/12
Dal 16/12 al 24/12: continua il progressivo peggioramento delle condizioni generali e della sintomatologia neurologica. I sanitari decidono per un ciclo di gammaglobuline che cominciano a somministrare al paziente in data 19/12 con il dosaggio di 0.4 mg/kg/die per 5 gg.
allegato C: esame LIQUOR del 26/11,
allegato D: esame LIQUOR del 1/12,
allegato E: RM del 26/11,
allegato F: RM del 4/12,
allegato G: RM del 14/12.

28/12/2012. Netto miglioramento del quadro neurologico tanto che la RM con MdC mostra il seguente quadro: "Risolti i nuclei di impregnazione distribuiti sia in sottotentoriale in entrambi gli emisferi cerebellari che in sopratentoriale a livello del corpo calloso e della sostanza bianca della corona radiata".
allegato H: RM del 28/12.

29/12/2012. Il paziente viene dimesso con diagnosi di "ADEM IN PERSONA CON SEGNI DA RECENTE INFEZIONE DA CMV CON ESITO IN S. CEREBELLARE, DEFICIT MOTORIO DELL'EMILATO SINISTRO E DEFICIT COGNITIVO". La terapia domiciliare prescritta prevedeva:
DELATCORTENE 12,5 mg/die,
RANIDIL 300 mg/die,
GARDENALE 100 mg/die,
ZIRTEC 100 mg/die.

04/01/2013. Al follow-up: "netto miglioramento del quadro EEG nel quale appaiono ridotti i precedenti aspetti di rallentamento pur persistendo attività theta/delta talora ipervoltata nelle aree posteriori di dx. L'E.O. mostra andatura difficoltosa, non coordinata, impossibile a tandem, ROT elicitabili, risposta plantare in flessione, deficit di forza a carico della porzione distale dell'arto superioresinistro, assenza di deficit della sensibilità, prova indice-naso imprecisa a sinistra, nervi cranici indenni. MOCA test 25/30. Continui terapia con FENOBARBITAL. DELTACORTENE a scalare fini alla sospensione entro 2 settimane".
allegato I: referto visita del 4/01/2013.

26/03/2013. Ritorna a controllo al Cotugno dove effettua nuova RM con MdC

28/03/2013. Viene dimesso con seguente terapia:
DELTACORTENE 25 mg/die.

10/04/2013. Aggravamento dei sintomi neurologici con ricomparsa di amnesia, sopore e disturbi dell'equilibrio. Rialzo febbrile (TC 38 C).

11/04/2013. Nuovo ricovero presso l'Ospedale Cotugno dove effettua nuova rachicentesi che risulta positiva.

12/04/2013. Ricomincia nuovo ciclo di Immunoglobuline al dosaggio di 0.4 mg/kg/die per 5 gg. Nei giorni a seguire si registra un netto miglioramento dello stato neurologico.

17/04/2013. Viene eseguita RM con MdC.

21/04/2013. Comparsa di otoalgia a sinistra.

22/04/2013. Comparsa di paralisi periferica del VII n.c. a sinistra. Comincia terapia cortisonicaendovenosa.

04/05/2013. Grave deterioramento del quadro neurologico, paziente soporoso, poco risvegliabile, GCS inferiore a 9, perdita del controllo sfinteriale.

06/05/2013 Comincia nuovo ciclo di Immunoglobuline al termine del quale non si rinvengono gli stessi miglioramenti ottenuti con l'ultimo ciclo.
Allegato L: Screening neurologico.
Allegato M: esami EMOCROMO del 24/11, 26/11, 27/11, 28/11, 07/12, 12/12, 17/12, 22/12.
09/05/2013 Comincia nuovo ciclo di Ganciclovir durato 10 gg
18/05/2013 A seguito di un nuovo peggioramento delle condizioni comincia nuovo ciclo diImmunoglobuline per 5 gg al termine del quale non si rinvengono gli stessi miglioramenti ottenuti con l'ultimo ciclo.
20/05/2013 Trasferito al Policlinico la nuova diagnosi è “SCLEROSI MULTIPLA MALIGNA” che presenta 4 anomalie:
  • alte proteine nel siero,
  • assenza di bande oligloconali nel Liquor,
  • lesioni non visibili con il contrasto
  • risposte negative alla cura cortisonica
21/05/2013 dall'analisi del siero risulta positiva agli anticorpi anti-JCV
26/05/2013 Peggioramento, non è più in grado di alimentarsi da solo, viene alimentato con sonda gastrica.
27/05/2013 viene somministrato il Tysabri

N.B.

https://www.dropbox.com/sh/vkz5dw43ncoaajv/juCe5fDd8d?n=177972904

per visualizzare le immagini delle RM vai a https://www.dropbox.com/
per accedere
e-mail paolo@studiolegalebianco.it
pass marcobianco
FARE ATTENZIONE A NON TAGLIARE I FILE! ESEGUIRE SOLO COPIE!


Nessun commento:

Posta un commento