giovedì 6 marzo 2014


Cassazione - Diritto di cronaca con garanzie anche sul web 



(II Sole 24 Ore 6/3/2014, G.Ne.) - Massima cautela nell'esercizio del sequestro preventivo per gli articoli pubblicati sul web. A raccomandarlo è stata la Corte di cassazione con la sentenza n. 10594/2014. I giudici della quinta sezione penale hanno annullato il provvedimento del Tribunale di Roma che confermava la misura cautelare per alcuni articoli presenti sul sito del quotidiano 'Il Fatto' nei quali si accusava Andrea Carandini, all'epoca presidente del Consiglio dei Beni culturali, di una gestione privatistica e personalistica della sua carica istituzionale. Di qui l'avvio di un procedimento per il reato di diffamazione. La Corte ha sottolineato che per blog, email, newsgroup e newletter la tutela costituzionale dell'articolo 21 non scatta. Questi siti, dunque, possono essere oggetto di sequestro, ma la critica con notizie vere è in ogni modo sempre tutelata. La Cassazione distingue tra web e carta: un articolo giornalistico pubblicato sul web non gode della stessa tutela riservata agli articoli pubblicati a stampa. (IN http://www.metaping.it/rassegna-l/continua.aspx?sid=06b9e78650dd406296a5e4b075ebc0d8&id=77621)

Nessun commento:

Posta un commento