giovedì 13 novembre 2014

 OMICIDIO GIACOMO PANARELLA  
Ritratto realizzato da Fabiana Terlizzi 


Continua il nostro viaggio attraverso i più efferati delitti della Terra di Lavoro. Per lunedì 17 novembre, tratteremo il caso di un misterioso delitto avvenuto a Santa Maria Capua Vetere nel 1953.  Le  sorelle Angelina e Assunta Panarella furono accusate di aver impiccato  il  fratello Giacomo dopo averlo strangolato.  Si parlò di rapporti incestuosi. Una delle sorelle confessò il delitto, il giovane aveva tentato di violentarla e lei per difendersi lo aveva colpito alla testa, Poi con la complicità della sorella e del cognato aveva simulata l’impiccagione. Processate assieme al cognato furono assolte. Il giovane Giacomo Panarella venne trovato impiccato nella stalla alla via Galatina n°12. Nel processo furono impegnasti gli avvocati: Giuseppe Garofalo, Ciro Maffuccini, Generoso Iodice e Alfredo De Marsico. Una folla di cittadini alla lettura della sentenza grido:”Assassini!”


  

Nessun commento:

Posta un commento