martedì 15 dicembre 2015

Fondazione Forense -  Santa Maria Capua Vetere, venerdì, 18 Dicembre 2015
“L’AVVOCATO TRA
DIRITTO E LETTERATURA”

Interverranno il giornalista Michele Mirabella e lo scrittore Diego De Silva. Lo storico Giuseppe Garofalo, con i professori Ermanno Bocchini e Fabrizio Amatucci




Santa Maria Capua Vetere – E’ programmato per venerdì, 18 Dicembre 2015, presso la Fondazione Forense, alla Via Lussemburgo, con inizio alle  ore 9:00 il convegno dal tema L’Avvocato tra diritto e letteratura”, organizzato dalla Scuola di Formazione Forense, in collaborazione con la Università di Napoli, Dipartimento Scienze Giuridiche; con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e della Presidenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Dopo i saluti di  Alessandro Diana, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere; di Antonio Mirra, Presidente Fondazione Forense di Santa Maria Capua Vetere; di Fabrizio Amatucci, Direttore Dipartimento Scienze Giuridiche della econda Università degli Studi di Napoli e di Maria Rosaria Cosentino, Presidente Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, introdurrà e modererà il battito, Gennaro Iannotti, avvocato penalista, componente il C.d.A. Fondazione Forense di Santa Maria Capua Vetere. Il primo tema  che sarà discusso: “La formazione culturale come premessa della preparazione tecnica dell’avvocato: dialogo tra un civilista ed un penalista”,  vedrà impegnati, Ermanno Bocchini, Avvocato e professore ordinario di Diritto commerciale e l’avv. Giuseppe Garofalo, penalista, scrittore, storico e Fondatore della Camera Penale di Santa Maria Capua Vetere. Sarà poi la volta della prolusione: “L’immaginazione narrativa nella formazione del giurista: dialogo con l’avvocato Vincenzo Malinconico”; con l’intervento di  Diego De Silva, Scrittore, autore di numerosi libri sull’argomento dell’avvocatura. Dopo una pausa buffet si riprenderà alle ore 14, 00 con l’intervento di Michele Mirabella, Autore e Regista con “Cantami, o mouse: il mondo di oggi spiegato dagli antichi”. L’Evento, attribuirà sei crediti formativi.







Nessun commento:

Posta un commento