venerdì 12 febbraio 2016

All’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci di 

S. Maria C.V.





INAUGURATA LA BIBLIOTECA

Con l’intervento dell’On. Camilla Sgambato, del Consigliere Reg. Luigi Bosco, dell’Avv. Antonio Mirra e del Pro Rettore Sun Rosanna Cioffi. Presenti  docenti, sindaci, giornalisti, scrittori e operatori culturali.



S. Maria C.V. “Un libro…ti salva la vita” è lo slogan coniato dai vertici dell’Istituto Tecnico Economico Statale “Leonardo Da Vinci” di Santa Maria Capua Vetere, per richiamare l’attenzione sulla manifestazione di apertura di una biblioteca all’interno del plesso sammaritano. Una cerimonia pregna di significati culturali, che ha visto alternarsi interventi pregevoli di politici, scrittori, giornalisti, docenti, e rappresentanti degli alunni. Ancora una volta l’Istituto, diretto con tanta passione e dinamicità, dalla prof.ssa Silvana Decato, (la biblioteca  inserita in un progetto che prevede un giardino aperto al pubblico) con la proficua collaborazione dei docenti Angelina Della Valle e Aniello Salzillo, è salito alla ribalta per un fatto significativo ed esemplare nella città del Foro. Spunti interessanti sono emersi dagli interventi dell’On. Camilla Sgambato, (progetto per la valorizzazione di un parco archeologico che partendo dall’Anfiteatro, abbracci la Caserma Pica e finisca nel Mitreum); del Consigliere Regionale Avv. Luigi Bosco (che ha fatto dono di un libro alla neo biblioteca);





  di Rosanna Cioffi, Pro Rettore della Sun;  di Maria Luisa Chirico, Carmen Mascolo e Pasquale Rienzo, (Presidente della Università Unitre, con il direttore dei corsi Gennaro Stanislao, il quale ha sottolineato ancora una volta la grande collaborazione esistente tra le due istituzioni culturali); degli scrittori Alessandro Zannini, (autore tra l’altro del libro “L’amante di Cristo”, una storia ispirata al vescovo Nogaro) e Ferdinando Terlizzi, (autore del libro donato alla biblioteca “Il Caso Tafuri);  di Michele Sarogni,  (sindaco di Casapulla ed ex allievo, che ha donato un libro scritto da una autrice di Casapulla); dell’Avv. Antonio Mirra, presidente della Fondazione Fest;  e di Patrizia Di Monaco, in rappresentanza delle Edizioni Spartaco. 

Nessun commento:

Posta un commento