sabato 6 febbraio 2016




DUE MANCATI OMICIDI PER QUESTIONI D’ONORE ED EREDITA’


Accaddero a San Felice a Cancello, il 9 ottobre del 1949, dove un uomo tentò di uccidere la moglie, la suocera e le cognate per motivi d’onore sparando 5 colpi di rivoltella. Il secondo episodio accadde il 17 febbraio del 1950, allorquando un giovane tentò di uccidere lo zio per una eredità contesa. La Corte di Assise condannò il marito focoso a tre anni e mesi 9 di reclusione, con la esclusione della volontà omicida,  con le diminuente del motivo d’onore. Il giovane venne condannato invece a 4 anni per il tentato omicidio dello zio.




Nessun commento:

Posta un commento