martedì 16 febbraio 2016

E’ in programma per sabato 20 febbraio p.v. alle ore 17:00  a San Felice a Cancello

 

Sarò per sempre tuo padre” organizzato dell’Associazione “Voce Uomo”

Interverranno  il Vescovo di Acerra Mons. Antonio Di Donna e l’Avv. Antonietta Montano Presidente dell’Associazione. Con il patrocinio del Comune

 

E’ in programma per sabato 20 febbraio p.v. alle ore 17:00  a San Felice a Cancello l’incontro  “ Sarò per sempre tuo padre” organizzato da Remigio De Matteis , portavoce dei Padri Separati di San Felice a Cancello, congiuntamente all’Avv. Antonietta Montano, Presidente Nazionale dell’Associazione “Voce Uomo” e al Prof. Antonio Piccolo Segretario Ass.ne Nazionale Famiglie Separate Cristiane. Interverranno: S.E. Monsignore Antonio di Donna, Vescovo di Acerra; Prof.ssa Teresa Mauro, Preside dell’istituto F. Gesuè; Dott.ssa Carmela Giametta, Sociologa, Mediatrice familiare, Conduttrice Gruppi di parola (Socia fondatrice Ass.ne Voce Uomo); Dott.ssa Cristina Pizzi, Psicologa, esperta in diritto minorile e diritto di famiglia (Socia fondatrice Ass.ne Voce Uomo);  i Presidenti delle associazioni del territorio e varie  autorità civili e militari . Modererà l’incontro il Dott. Michele di Matteo,  Giornalista  L’incontro patrocinato dal Comune di San Felice a Cancello si terrà presso  l’Istituto Comprensivo F. Gesuè  in  Via Roma n. 423.

Si accenderanno i riflettori sulla condizione in cui versano   moltissimi papà separati : i nuovi poveri, dal punto di vista morale e materiale. Si discuterà, altresì, della c.d. “sindrome di alienazione parentale”. Sul punto l’avv. Montano dichiara:” E’necessaria una campagna di prevenzione delle, purtroppo, diffuse condotte  tese all’esclusione della figura genitoriale. I bambini  non devono essere privati di nessuno dei due genitori.   A tal proposito,  l‘associazione Voce Uomo dalla sottoscritta  presieduta si propone, con l’ausilio di validissimi professionisti ,  di prevenire  i fenomeni di alienazione e/o disinvestimento affettivo. Tra i  nostri servizi rientrano:  la  coordinazione genitoriale nei casi di elevata conflittualità ed i  gruppi di parola per i bambini,  al fine di offrire uno spazio tra pari esclusivo, riservato e competente perché possano condividere l’esperienza del cambiamento della vita familiare avvenuto con la separazione e il divorzio. La diagnosi precoce della c.d. PAS  è fondamentale al fine di  riabilitare il genitore  alienato agli occhi del figlio”

Grazie all’estenuante lavoro posto in essere dal De Matteis, lo scorso novembre 2015 presso il Comune di S. Felice a Cancello è stato istituito il c.d. “registro della bigenitorialità”, con  il quale tutte le comunicazioni amministrative inerenti i minori figli di genitori separati  e/o non più conviventi  verranno indirizzate ad entrambi i domicili indicati dai genitori.

Nel corso di questi mesi De Matteis e l’Avv Montano hanno depositato istanze volte ad ottenere il  medesimo registro in vari  comuni del territorio campano , compreso il Comune di Napoli.




Nessun commento:

Posta un commento