sabato 12 novembre 2016


a Cassazione continua a limitare a suo piacimento la libertà di stampa. Oscurata la sentenza del "succhiotto". I princìpi giuridici stabiliti dal supremo organo interpretativo del diritto in Italia devono essere conosciuti in ogni tempo da tutti e non possono essere celati a posteriori quasi per un eccesso di pruderie da parte dei giudici del “Palazzaccio”. IN CODA LA SENTENZA.

di Pierluigi Roesler Franz - Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti





12.11.2016 - Ancora una volta, in nome di una presunta violazione della privacy, è stata totalmente oscurata dal sito internet della Cassazionehttp://www.italgiure.giustizia.it/sncass/ una sua sentenza emessa pochi giorni fa in nome del popolo italiano. Si tratta della pronunzia della terza sezione penale n. 47265 depositata il 10 novembre 2016 (Presidente Domenico Carcano, Relatore Aldo Aceto), che ha considerato reato di violenza sessuale lasciare un succhiotto sul collo di un uomo o di una donna come visibile marchio di possesso.A titolo personale dissento totalmente dalla procedura di oscuramento adottata dalla Suprema Corte dopo che la notizia era stata già diffusa dal sito giuridicowww.laleggepertutti.it (vedere articolo qui sotto). 

Infatti i princìpi giuridici stabiliti dalla Cassazione, in quanto supremo organo interpretativo del diritto in Italia, devono essere conosciuti in ogni tempo da tutti e non possono essere celati a posteriori a proprio piacimento o quasi per un eccesso di pruderie da parte dei giudici del “Palazzaccio” di piazza Cavour. In questi casi, come ha saggiamente consigliato due anni fa il Garante Antonello Soro, non basterebbe, forse, cancellare solo i nomi dei protagonisti della vicenda per tutelare adeguatamente la loro privacy senza tuttavia limitare la libertà di stampa, violando così l’art. 21 della Costituzione che dà diritto ai cittadini di essere compiutamente e correttamente informati?








§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§








CASSAZIONE/È violenza sessuale lasciare un succhiotto sul collo della donna come visibile marchio di possesso. - TESTO INhttp://www.laleggepertutti.it/139202_lasciare-un-succhiotto-sul-collo-e-reato

Nessun commento:

Posta un commento