giovedì 2 marzo 2017


UCCISE A BRUCIAPELO IL FRATELLO DEL DOTT. PIGNATA
IL POSSESSO DEL FONDO “PANTANOZZO” ALLA BASE DEL DLEITTO.


Corvino gli aveva detto che il Coppola minacciava una schioppettata al Pignata ed una a chi avesse messo piede nella terra. Il Corvino, pur negando di aver parlato di schioppettate ammise che il Coppola aveva dichiarato che “si sarebbe dispiaciuto”… espressione che nel gergo casalese – come l’esperienza conferma – suona minaccia ed aperta dichiarazione di ostilità, specialmente quando il dissidio abbia per oggetto un pezzo di terra…                                                                                                                                                                         



NELLA RUBRICA
“CRONACHE DAL PASSATO”
A CURA DI FERDINANDO TERLIZZI
SUL QUOTIDIANO
“CRONACHE DI CASERTA”
E ON LINE SU
“SCENA  CRIMINIS”


LUNEDI’  6 MARZO  2017
 VERRÀ PUBBLICATO IL DELITTO CHE  ACCADDE  



Il delitto avvenne  il 28 gennaio del 1955 alle ore 

23 nel cortile della vittima a Casal di Principe

La  condanna per Epaminonda Cerullo fu di anni 26 di reclusione. Pasquale Coppola colpevole di estorsione condannato ad anni due di reclusione.









Nessun commento:

Posta un commento