lunedì 7 maggio 2018

1



Su 368 spiagge italiane di mari e laghibatte la Bandiera blu

Con 27 località la Liguria è in testa per riconoscimenti ambientali. Seguono la Toscana e la Campania. Le new entri sono 17, quattro località hanno perso il vessillo


Una delle quattro spiagge di Otranto con Bandiera blu (Ansa)Una delle quattro spiagge di Otranto con Bandiera blu (Ansa)
shadow
Sono 368, praticamente una per ogni giorno dell’anno, distribuite in 175 Comuni. Sono le spiagge italiane alle quali è stata assegnata per quest’anno la Bandiera blu, il riconoscimento della qualità dei litorali dato dal 1987 dalla Fee (Foundation for Environmental Education), organizzazione non governativa con base in Danimarca di certificazione dell’ambiente delle località turistiche balneari europee, e da qualche anno anche extraeuropee. La Regione più premiata è la Liguria, con 27 località e 56 spiagge. Seguita dalla Toscana con 19 Comuni e 43 spiagge, e dalla Campania con 18 paesi e 47 spiagge. Sono state premiate 18 regioni su venti, anche tre delle cinque che non si affacciano sul mare perché il vessillo viene consegnato anche ai laghi.
Le new entry sono 17
Quest’anno hanno ottenuto il riconoscimento 17 nuove località: tre in Sardegna (Bari Sardo, Trinità d’Agultu e Vignola), altrettante in Puglia (Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta) e in Campania (Sorrento, Piano di Sorrento e Ispani), due ciascuna in Basilicata (Bernalda e Nova Siri) e in Calabria (Tortora e Sellia Marina) e una in Abruzzo (lago di Scanno), Emilia Romagna (Cattolica), Lazio (Trevignano Romano) e Piemonte (Arona, sul lago Maggiore). Il numero delle spiagge che ottengono il riconoscimento aumenta ogni anno: nel 2018 sono risultate 26 in più rispetto all’anno scorso, in due anni sono cresciute di 75 unità. Salgono anche gli approdi turistici premiati, arrivati a 70.






04

Nessun commento:

Posta un commento