martedì 22 febbraio 2011

OGGI ALLE 15,00 ALLA LIBRERIA MONDADORI DI CASERTA

L'AVVOCATO PENALISTA GENNARO IANNOTTI

MODERA IL DIBATTITO PER LA

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI

GIUSEPPE GAROFALO







Caserta - Ancora un incontro culturale di rilievo, presso la Libreria Mondadori, al Corso Trieste di Caserta. Mercoledì 23 febbraio, alle ore 17: 00, infatti, l’avvocato penalista Gennaro Iannotti ( neo eletto nel consiglio direttivo della Camera Penale del Tribunali di S. Maria C.V. ) modererà il dibattito per la presentazione del libro “L’Empia Bilancia” di Giuseppe Garofalo. Colloquieranno con l’Autore, il Dott. Antonio Pepe, Presidente della Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e il Dott. Vincenzo Gisondi, Promotore Finanziario - UBI Banca Private Investment - Fil. di Caserta.





Giuseppe Garofalo, noto penalista sammaritano, dall’attività professionale intensa. È autore di due libri di successo, “Teatro di Giustizia” (Tullio Pironti, 1996) e “La Seconda Guerra Napoletana alla Camorra” (Tullio Pironti, 2005). In questa nuova opera “L’Empia Bilancia”, Tosatori di monete e di giustizia, l’autore pone sotto gli occhi del lettore vizi antichi e difetti nuovi della bilancia della giustizia. Con linguaggio semplice si muove tra la legislazione antica e moderna con l’agilità e la disinvoltura di chi conosce i ferri del mestiere.





















“L’Empia Bilancia”, con sottotitolo “ TOSATORI DI MONETE E DI GIUSTIZIA” è uno spaccato sulla Storia del Regno di Napoli ai margini di un processo al direttore del Banco dello Spirito Santo del 1747, accusato di tosare monete – “Chi tosava le monete – ironizza l’autore con la sua vena sarcastica di autorevole storico – “era condannato a morte… chi tosava le leggi veniva, spesso, elevato a grado di giureconsulto”.

Nel libro è tra l’altro raccontata la strenua difesa dei suoi avvocati e i retroscena per scongiurare il “taglio della testa” del cassiere Gaspare Starace, condannato a morte. Le arringhe difensive e i documenti originali nel drammatico e arguto racconto uscito dalla penna avvelenata del noto penalista sammaritano.

Nessun commento:

Posta un commento