giovedì 27 ottobre 2011

OGGI L’UDIENZA PER IL PROCESSO ALL’AVV. SANTONASTASO

L’ACCUSA E DI AVER RICEVUTO NOTIZIE SU DICHIARAZUIONI DI ALCUNI PENTITI DALL’AVVOCATO DE CAPUA



S. Maria C.V. ( di Ferdinando Terlizzi ) - E’ fissata per questa mattina, innanzi la prima sezione del Tribunale di S. Maria C.,V. ( Presidente Flora Mazzaro ), il processo a carico dell’avvocato Michele Santonastaso, ( detenuto per altro presso il carcere di Secondigliano ) accusato di rivelazione di segreti inerenti a un procedimento penale, in concorso con l’avvocato Catello Di Capua (che ha già scelto la via dell’abbreviato e che per un capo d’accusa è stato assolto mentre per l’altro è stato condannato a 2 anni e pochi mesi ).


Secondo l’accusa, l’avvocato Catello Di Capua, in qualità di avvocato difensore . di fiducia di alcuni collaboratori di giustizia ed in particolare di Armando Martucci – su richiesta del Santonastaso ( ma la difesa obietta il contrario ) sottoposto ad indagini preliminari per l’accusa di cui all’art. 416 bis in qualità di istigatore e diretto, anche se non esclusivo, beneficiario delle divulgazioni, gli rilevava indebitamente le notizie segrete concernenti il procedimento penale pendente presso la DDA di Napoli da lui apprese per avere partecipato ed assistito ad interrogatori del citato collaboratore.


La DDA contesta anche l’aggravante “per aver commesso il fatto di agevolare il clan dei casalesi fornendo informazioni sullo stato del procedimento e sulle acquisizioni investigative sul conto dell’avv.. Santonastaso e sui suoi rapporti con gli affiliati al citato sodalizio criminoso che si serviva del legale per mantenere i rapporti tra i capi detenuti o latitanti e per svolgere attività di ogni tipo anche illecite volte a consentire il protrarsi del predominio nel territorio casertano assicurato anche attraverso la manifestazione, se pur mediata, della loro volontà e la diffusione delle loro determinazioni all’interno del sodalizio”.


In questo processo l’avvocato Michele Santonastaso ( che ha 4 processi a carico ) è difeso dagli avvocati Giuseppe Garofalo e Gaetano Pastore ( titolari ) e da 2 sostituti processuali, gli avvocati Stefano Sorrentino e Laura Arena. Intanto si è appreso che l’Organismo nazionale dell’avvocatura ha portato in giunta il caso Santonastaso e tra non molto vi saranno delle prese di posizione ufficiali. Di contro vi è sempre da registrare il silenzio ( scheletri negli armadi? ) della Camera Penale di S. Maria C.V: -


Dicevamo di 4 processi a carico dell’avvocato Michele Sntonastaso. Il principale è quello per cui è detenuto da oltre un anno con la pesante accusa di aver collaborato con i boss di cui era difensore e fissato per il prossimo 25 novembre. Quasi alla stessa data è fissato quello per la remissione letta in udienza di appello Spartacus – fissato a Roma - e che vede parti lese i piemme Cafiero De Raho e Raffaele Cantone. Il terzo è quello che dovrebbe iniziare questa mattina e il quarto è quello ( presso il Tribunale di Napoli ) che vede quali presunte parti lese – sempre per il “papiello” letto in aula – Roberto Saviano e Rosaria Capacchione.


Uno dei difensori dell’imputato, ieri mattina in Tribunale, mi ha pregato di riportare questa dichiarazione: “La Capacchione – in considerazione del fatto che è parte in causa nel procedimento che vede imputato l’avv. Santonastaso – anche in osservanza al protocollo deontologico dell’ordine dei giornalisti – farebbe bene ad astenersi dal commentare i predetti processi”..


Io però sono contrario a segnalare tale cosa, perché poi, alla fine, i giornalisti dicono che vogliono mettere loro il bavaglio e spesso si autoglorificano ( meritando addirittura un scorta ) e vorrebbero passare anche per martiri quando sono invece tutt’altro…


Nessun commento:

Posta un commento