domenica 18 dicembre 2011

CASERTA, GIORNALISMO: ADDIO A MIMMO MINGIONE. IL RICORDO
Un fermo immagine di uno dei tanti tg di Mimmo Mingione

CASERTA, 18 DICEMBRE 2011 - (B.S. / Casertasette) - Un addio per una morte è il pezzo più impietoso che un giornalista deve scrivere, soprattutto quando si tratta di commemorare la prematura scomparsa di un collega, caro amico, quasi un fratello che da stasera non c'è più. Mimmo Mingione, 67 anni e molti altri gloriosi nel giornalismo, già direttore di Canale 10, tra i pionieri di Telecaserta, voce storica delle telecronache della Juve Caserta (all'epoca Mobilgirgi, Snaidero, Latte Matese dalla fine degli anni Settanta), direttore del Giornale di Napoli oltre a corrispondente dell'Ansa per Caserta, ha spiazzato tutti: anche perchè ogni giorno era in contatto con alcuni dei colleghi delle varie redazioni e legato ad un affiatato gruppo di amici-colleghi. Qualche tempo fa era stato poco bene, ma nessuno se l'aspettava. La notizia ha destato commozione nell'ambiente giornalistico e tra gli amici: in serata presso la sua abitazione si è recato l'amico e collega Michele De Simone, presidente dell'Assostampa casertana e vari altri amici e colleghi per stringersi intorno alla famiglia. Una scomparsa che segue di quasi un mese quella di un fotografo storico de Il Mattino, Mario Frattari. La redazione di Casertasette è vicina alla moglie e ai figli. Ciao, Mimmo. Non addio.

Nessun commento:

Posta un commento