giovedì 1 novembre 2012



MARTEDÌ 30 OTTOBRE 2012


Michelina Di Cesare, il ricordo di una eroina del Sud



MIGNANO MONTELUNGO – Una giornata per ricordare Michelina Di Cesare, la brigantessa dell’Alta Terra di Lavoro nata il 28 ottobre 1842 a Caspoli di Mignano Monte Lungo. Una bambina qualsiasi che sarebbe diventata la Brigantessa per eccellenza a seguito del drammatico compimento dell’Unità d’Italia. Ad organizzare l’evento Carmine Di Somma, medico e appassionato di storia delle Due Sicilie tanto aver coniugato le sue due passioni, quella per la storia del Sud e per le moto con la nascita di un moto club delle Due Sicilie. A lui il merito di aver portato a Mignano appassionati ed amici in parte consapevoli e in parte no del proprio passato. A spiegare le ragioni delle Due Sicilie l’editore Vincenzo D’Amico, il Direttore del Giornale del Sud Roberto Della Rocca e il Direttore Responsabile dell’Alfiere, Fernando Riccardi. Al dibattito e alla spiegazione dei fatti storici che si sono verificati durante il regno dei Borbone, ha partecipato anche Michele Ladisa, responsabile politico del Movimento Italia Prima, giunto appositamente da Bari. Particolarmente apprezzato è stato l’intervento del primo cittadino di Mignano Montelungo, Antonio Verdone che ha mantenuto un impegno assunto con l’Istituto di Ricerca Storica delle Due Sicilie e con l’associazione Historicus. Intervenuto lo scorso anno alla presentazione del libro dello storico Riccardi (Brigantaggio Postunitario. Una storia tutta da riscrivere) si assunse l’impegno di realizzare due targhe commemorative in omaggio a Michelina Di Cesare e al brigante Giacomo Cicone, entrambi nati a Caspoli di Mignano Montelungo. Nello scorso agosto si è svolta la cerimonia di affissione delle due targhe commemorative. Il fatto è stato ricordato anche domenica 28 quando, nel giorno della memoria per Michelina Di Cesare, si è riusciti a parlare un po’ di noi, di come eravamo e di come dovremmo diventare.

Nessun commento:

Posta un commento