giovedì 14 marzo 2013


Eluana: assolti da diffamazione direttori e articolisti di Avvenire e del Giornale
Milano, 13 marzo 2013. Le testate Avvenire, Il Giornale, i rispettivi ex direttori (Dino Boffo e Mario Giordano) e redattori Paolo Lambruschi e Irene Giurovich, il neurologo Gian Luigi Gigli sono stati assolti dal giudice di Udine Maria Antonietta Chiriaco’ nel procedimento civile avviato dal medico Amato De Monte (studio legale Campeis) per chiedere un risarcimento danni pari a 2 milioni di euro per la presunta diffamazione a mezzo stampa nella vicenda Eluana Englaro. De Monte e’ stato condannato dal giudice a pagare le spese alle societa’ editrici di Avvenire e del Giornale, oltre a Boffo, Lambruschi e Giurovich. “Si tratta di una sentenza - afferma Gian Luigi Gigli - che ha ripristinato la verita’ dei fatti e soprattutto ha ricostituito quel terreno democratico nel quale i principi costituzionali della liberta’ di opinione ed espressione sono doverosamente tutelati e messi in sicurezza dai rischi del pensiero-unico”. Irene Giurovich sottolinea invece “l’importanza di questa sentenza anche per la liberta’ di stampa, per il legittimo esercizio di critica, per evitare qualsiasi bavaglio all’autonoma capacita’ critica dei giornalisti nell’interesse di fornire ai cittadini la piu’ ampia informazione possibile senza censure”. (AGI)



Nessun commento:

Posta un commento