martedì 9 aprile 2013




Titolo della mostra: Un viaggio nella pittura del XX secolo. Pittori contemporanei
Sede: ArtZone Club House, Piazza Mazzini 16, Santa Maria Capua Vetere,
Vernissage: 12 aprile ore 19
Autori: Pino Pinelli, Sam Francis, Giovanni Frangi, Mimmo Paladino, Piero Pizzi Cannella, Davide Bramante, Piero Dorazio, Gian Marco Montesano, Piero Gilardi, Enzo Cucchi, Shozo Shimamoto, Emilio Scanavino, Luigi Ontani, Pier Paolo Calzolari, Fernandez Arman, Daniel Spoerri, Tino Stefanoni, Mimmo Rotella, Mario Schifano.
Durata: fino al 14 aprile
Orari: da lunedì a sabato dalle 9 alle 21,30
Ingresso: libero
Ufficio Stampa: Maria Beatrice Crisci (3395454974), info@mariabeatricecrisci.com; bcrisci@tin.it

  
Un viaggio nella pittura del XX secolo. Pittori contemporanei ad ArtZone
ArtZone Club House in collaborazione con la Galleria Saccone di Santa Maria Capua Vetere ha organizzato per venerdì 12 aprile alle 19 la mostra: “Un viaggio nella pittura del XX secolo. Pittori contemporanei”. La mostra sarà visitabile fino al 14 aprile prossimo nello spazio di Artzone in Piazza Mazzini 16 dalle 9 alle 21,30, mentre dal 15 al 24 aprile presso la Galleria Saccone in via Antonio Tari 11/13 sempre a Santa Maria Capua Vetere. In esposizione c’è la pittura del XX secolo, o almeno una buona parte di quella più rappresentativa. È un vero e proprio viaggio che tocca idealmente i luoghi di origine dei maggiori artisti nazionali, con eccezionali escursioni all’estero.  In questo tour tra i pittori contemporanei, si può partire dalla Transavanguardia e specificamente dalla Campania, dove c’è il comune sannita di Paduli, luogo di origine e di residenza di Mimmo Paladino. E meridionale era anche l’uomo dei décollage Mimmo Rotella, da Catanzaro. Ci sono gli esponenti dell’arte povera, quella del Nord Italia, come Pier Paolo Calzolari, da Bologna, e Piero Gilardi, da Torino. C’è un altro esponente della Transavanguardia, Enzo Cucchi, da Morro d’Alba. E c’è anche l’ultima generazione, quella che nel XXI secolo sta affermandosi sempre più, con i nomi di Davide Bramante, da Siracusa, e Giovanni Frangi, da Milano. E c’è la Lecco di Tino Stefanoni, c’è la Roma di Piero Dorazio, c’è la Catania di Pino Pinelli, c’è la Genova di Emilio Scanavino. In questa sovvertita geografia dell’arte, c’è spazio certamente per Luigi Ontani, da Grizzana Morandi, per Piero Pizzi Cannella, da Rocca di Papa, per Gian Marco Montesano, da Torino. E poi c’è Homs, la Libia dell’italianissimo Mario Schifano. Gli stranieri ci sono con la Nizza di Fernandez Arman, la Osaka di Shozo Shimamoto, la rumena Galati di Daniel Spoerri, la californiana San Matteo di Sam Francis.  A fare da cornice alla mostra la musica del sax live di Pietro Ricciardi. Accanto al piacere dell’arte anche quella del gusto. In occasione del vernissage, infatti, gli ospiti avranno modo di degustare i vini della tenuta Gagliardi e specialità della “Buona Cremeria di Nonna Vincenza” preparate per l’occasione. “Per noi – spiega Michele Castaldo direttore artistico di ArtZone Club House – coniugare arte, cultura e benessere è fondamentale. Vanno avanti, infatti, gli eventi, che vedono protagonista Aqua Zone Spa, un'oasi di benessere accogliente e raffinata all'interno di un prestigioso palazzo del Novecento nel cuore della città di Santa Maria Capua Vetere.  Il nostro scopo è quello di promuovere un percorso culturale che è stato inaugurato ad inizio anno con la mostra Forever Marilyn e che propone anche per i prossimi mesi  altri interessanti appuntamenti.  Infatti, si alterneranno scrittori, pittori e letterati impegnati in incontri e dibattiti aperti su arte, cultura e benessere”.
Ufficio stampa Artzone Club House
Maria Beatrice Crisci



Nessun commento:

Posta un commento