venerdì 28 giugno 2013

AL CASTELLO ARAGONESE  di  AVERSA IL CONVEGNO ORGANIZZATO DA  A.I.G.A. E O.U.A.
LA GEOGRAFIA GIUDIZIARIA NEL DECRETO “DEL FARE”:
 NUOVO ORDINE O CAOS?
 
l'Avv. Alfonso Quarto Presidente dell'AIGA 
La già malandata amministrazione della giustizia rischia di essere aggravata dalla controversa questione della revisione della geografia giudiziaria. Questo fatto, collegato con l’istituzione del Tribunale di Napoli Nord ad Aversa, se si dovesse registrare un ritardo, fa correre il rischio di effetti devastanti, che potrebbero impedire di “garantire certezze operative” al regolare svolgimento delle attività di giustizia. A tal fine, organizzato dall’Associazione Italiana Giovani Avvocati, della cui Sezione sammaritana è presidente l’avv. Alfonso Quarto e dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura, della cui Segreteria Nazionale è componente l’avv. Carlo Maria Palmiero, si e svolto, con il patrocinio del Ministero della Giustizia, dell’Ordine degli Avvocati, del Comune di Aversa, e dell’Associazione Avvocati del Foro di Aversa, presso la scuola di Polizia Penitenziaria, un convegno sul tema : “Geografia Giudiziaria e Decreto del fare: nuovo ordine o caos?”. All’incontro, presso il Castello Aragonese, in Aversa, piazza Trieste e Trento, messo a disposizione dalla Direttrice Laura Passaretti, hanno  partecipato, oltre al Sindaco di Aversa, avv. Giuseppe Sagliocco, il Presidente del Tribunale di Santa Maria C. V. Giancarlo De Donato,  il Presidente del Consiglio dell’Ordine, avv. Alessandro Diana, il Procuratore della Repubblica Corrado Lembo e il Presidente dell’Unione Regionale degli Ordini Forensi Franco Tortorano.
La manifestazione, per la quale hanno collaborato  Fab 4, Nel Diritto Editore, Leggi d’Italia, 50 Anni, si è avvalsa delle presenze del Sen. Francesco Nitto Palma, del Sen. Lucio Romano, della Sen. Rosaria Capacchione, dell’avv. Enrico Merli, dell’avv. Nicola Marino e dell’avv. Dario Greco. Dopo una introduzione dell’avv. Quarto, Consigliere dell’Ordine Forense di Santa Maria C. V. , ci sono stati, moderati dal giornalista Geo Nocchetti, gli interventi del Sen. Giuliano, dell’avv. Stellato e di altri responsabili del direttivo Aica e dell’Oua.

L’incontro è stato confortato da una grande partecipazione di Avvocati, Rappresentanti delle Istituzioni locali, Provinciali e Nazionali, preoccupati dal fatto che la data del 13 settembre 2013, prevista come inizio del funzionamento del Tribunale Napoli Nord possa trovare impreparati, i protagonisti dell’amministrazione della Giustizia. In merito al meeting abbiamo raccolto una dichiarazione dell’avv. Alfonso Quarto : “Abbiamo voluto organizzare, unitamente all’O.U.A, questo convegno perché riteniamo fondamentale fare il punto della situazione con una interlocuzione istituzionale: la presenza, infatti, degli esponenti della Commissione Giustizia del Senato, del Presidente del Tribunale, del Procuratore della Repubblica e dei rappresenti dei vertici dell’Avvocatura, rappresenta una opportunità per il nostro territorio e per gli utenti di comprendere cosa succederà nei prossimi mesi. Preso atto della impossibilità di mantenere l'originario accorpamento della Sezione distaccata di Aversa con il Tribunale di S. Maria C.V., per il quale ci siamo battuti, onde evitare la frammentazione degli uffici giudiziari, colgo con favore l'ipotesi prospettata dal Ministro che garantisce centralità della giurisdizione ad Aversa (pur sempre provincia di Caserta). Auspico che, da subito, si valutino i problemi attuativi e logistici che la prestigiosa scelta impone: dotazione degli Uffici, parcheggi, viabilità cittadina e connessione con ferrovia, metropolitana e superstrada. Mi auguro che l’avvocatura TUTTA, in perfetta sintonia con le Istituzioni prenda adeguata coscienza della importanza del problema e del risultato da ottenere, che non può che essere il migliore funzionamento della Giurisdizione nell’interesse della collettività”.


                                                                                                                      Giuseppe Diana

Nessun commento:

Posta un commento