lunedì 14 aprile 2014

 mattinata di sabato 19 aprile i Radicali Caserta terranno un sit-in presso la nuova casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dove raccoglieranno altre adesioni al Satyagrah.


Domenica 13 aprile si è concluso il comitato nazionale di radicali italiani, la Segretaria Rita Bernardini ha deciso di sospendere, dopo 46 giorni lo sciopero della fame. Questa sospensione è dovuta innanzitutto alla mozione approvata dal comitato e alle 36 persone, compagni e compagne che hanno deciso di sostenere la proposta di Maria Grazia Lucchiari e Irene Testa, intraprendere tre giorni di sciopero della fame, rilanciando il Santiyagrah in corso, affinché lo stato italiano ponga fine all’infamia in corso dei trattamenti inumani e degradanti ai quali sono sottoposti i detenuti nelle nostre carceri.
All’iniziativa non violenta, partecipa anche l’Associazione “Legalità & Trasparenza” Radicali Caserta, con l’adesione del Segretario Luca Bove, dell’attivista Domenico Letizia e del giornalista casertano Ferdinando Terlizzi, che già in occasione della raccolta firma sui 12 referendum radicali, non fece mancare il suo sostegno.
Inoltre nella mattinata di sabato 19 aprile i Radicali Caserta terranno un sit-in presso la nuova casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dove raccoglieranno altre adesioni al Satyagrah.


Nessun commento:

Posta un commento