martedì 20 gennaio 2015


CASA ANSA. DA SETTANT’ANNI IL DIARIO DEL PAESE. Il libro ‘anniversario’ del Centro di Documentazione Giornalistica, a firma di Carlo Gambalonga






Roma, 20 gennaio 2015 - Riccardo Ehrman, corrispondente dell’Ansa da Berlino, portato in trionfo dai manifestanti tedeschi la sera del 9 novembre 1989, subito dopo la caduta del Muro, perché riconosciuto come colui che aveva fatto, in conferenza stampa, la domanda da cui era scaturito l’annuncio dell’apertura delle frontiere.

È la fotografia dei settanta anni della storica agenzia di stampa, l’episodio che più ha colpito Carlo Gambalonga, ex vicedirettore vicario della testata, autore del volume Casa Ansa, edito dal Centro di Documentazione Giornalistica (235 pp., 20 euro).

Dal primo dispaccio sui bombardamenti alleati in Germania, del 15 gennaio 1945, giorno dopo giorno l’agenzia di via della Dataria ha raccontato tutti i fatti più importanti, diventando il diario del Paese.

Dalla stagione degli anni di piombo, al rapimento di Aldo Moro, ai mondiali di calcio in Italia, passando per le stragi di mafia e Tangentopoli, fino ai nostri giorni, l’Ansa ha fatto da testimone e osservatrice di tutti gli eventi che hanno segnato la storia italiana.


Dal libro emerge il ruolo decisivo dell'Ansa nelle grandi emergenze, come il disastro del Vajont, il terremoto in Irpinia o l'alluvione di Firenze, di cui il presidente Saragat venne a sapere attraverso l'agenzia. Tanti ‘scoop’, a partire dalla notizia delle dimissioni di Papa Benedetto XVI, data da Giovanna Chirri, grazie alla sua conoscenza del latino, immagini divenute celebri e pubblicate nel libro, ma anche scelte difficili. Tra queste quella di pubblicare o meno il saluto agli italiani che re Umberto affidò all'Ansa dopo la sconfitta nel referendum del '46 o i primi documenti delle Brigate Rosse.

Il volume Casa Ansa è frutto di un grande lavoro di ricerca e testimonianza di Gambalonga che ha vissuto dall’interno in prima persona, per quasi quarant’anni, le vicende dell’agenzia che oggi conta 36 soci editori dei principali quotidiani italiani, con 22 sedi in Italia e 81 uffici in altri 78 Paesi. 

  



Centro di Documentazione Giornalistica


Palazzo Cini - Piazza di Pietra, 26

 00186  Roma  -  Tel: 0669940143

Ufficio Stampa: Claudia Azzara

claudiaazzara@cdgweb.it 





Nessun commento:

Posta un commento