sabato 16 gennaio 2016



Primo incontro del neo Presidente con i giornalisti

Ecco alcuni punti racchiusi anche nella lettera del Presidente Carlo  Grillo agli avvocati





Santa Maria Capua Vetere (Fer.Ter.) – Il primo e più essenziale pomo della discordia – secondo il pensiero del neo presidente dell’ Ordine Forense,  Avv. Carlo Grillo è stato il dissidio sorto sulla gestione della Fondazione Elio Sticco  e l’invito del Consiglio al cambio del  Consiglio di Amministrazione  della scuola,  disatteso da quest’ultimo. L’Avv. Grillo, nell’incontro con alcuni giornalisti,  ha detto tra l’altro che vi è stata “Una campagna elettorale svoltasi con troppi personalismi e che la mancata attuazione  della “staffetta” dei presidenti perché… “Accordo non più valido perchè disatteso da comportamenti che hanno fatto perdere il senso del patto”. Sulle motivazioni che hanno indotto il Presidente avv.  Alessandro Diana alle dimissioni ed “esse, certo, non possono essere considerate un semplice sfogo, ma sono la denuncia di fatti ben precisi che lo hanno portato a questa grave decisione”. Grillo ha ribafito che prima  “di ogni altra cosa la Fondazione che continua a gravare - senza alcun controllo - sull’Avvocatura (euro 250.000,00 annui) e la mancata modifica dello Statuto, già deliberato dall’Ordine”. In effetti il presidente ha lasciato  intendere che “ Si sono create  sacche di potere all’interno del Consiglio. Ma a tutto c’è un limite e quando la misura è colma, occorre prendere le necessarie iniziative per ripristinare la normalità e il rispetto  dei ruoli; l’esercizio delle funzioni proprie della carica ricoperta; l’adempimento disinteressato dei compiti assegnati dal Consiglio e, soprattutto, il quotidiano monitoraggio di tutti i disagi sofferti dall’Avvocatura e la loro risoluzione in tempi rapidi”. Poi il neo presidente – valente avvocato civilista, figlio d’arte, professionista apprezzato e conosciuto non solo in Provincia di Caserta  ha auspicato di “riportare la normalità nel Consiglio e spero di poterlo fare in un rinnovato spirito di unità, così come auspicato anche da tutti gli altri Consiglieri che hanno voluto indicarmi quale Presidente di Garanzia”. Grillo ha concluso affermando che “sarà completato in tempi brevi il programma del “Cambiamento e che problemi   di sessismo o di conflitti generazionali sono voci di chi strumentalmente riferisce di inesistenti problemi di questo tipo”. 

Nessun commento:

Posta un commento