domenica 6 marzo 2016



LUNEDI' SU
NELLA RUBRICA SETTIMANALE




Il delitto accadde a  Gricignano
 il 26 maggio del 1952

VENNE CANCELLATO DALLA LISTA DEI DISOCCUPATI E UCCISE IL COLLOCATORE

La provocazione del sindaco che in un comizio affermò: “l collocatore lo faccio io”. Il funzionario aveva dato lavoro ad un disoccupato con 7 figli a carico. Era ex maresciallo dei carabinieri. Risultò che l’assassino non aveva la qualifica per il posto richiesto



Il pubblico ministero chiese una condanna a 21 anni di reclusione. La Corte, con le attenuanti generiche, lo condannò a 17 anni. Sentenza confermata in Appello e Cassazione. Nei tre gradi di giudizio furono impegnati gli avvocati: Bernardo Giannuzzi Savelli, Ciro Maffuccini e Alberto Martucci.



Nessun commento:

Posta un commento