sabato 30 aprile 2016

LUNEDI’ 2 MAGGIO NELLA RUBRICA CRONACHE DAL PASSATO A CURA DI FERDINANDO TERLIZZI


POTRETE LEGGERE IN ESCLUSIVA SU CRONACHE DI CASERTA



L’OMICIDIO E IL TENTATO OMICIDIO VENNERO PRECEDUTI DA  UNA RISSA IN CONTRADA SCAMPIA DI S. FELICE A CANCELLO IL 21 GENNAIO DEL 1952

DOMENICO PISCITELLI UCCISE MARIO CIMMINO E FERI’ GRAVEMENTE IL FIGLIO MICHELE. UN TERRENO ALLA BASE DELLO SCONTRO TRA LE FAMIGLIE


LO SFIDANTE E PROVOCATORE: “LA PROSSIMA VOLTA CHE MANDI VIA I POLLI, TI LEGO AL PIOPPO, E TI TAGLIO LA TESTA CON LA RONCOLA”… E CI SCAPPÒ IL MORTO E IL FERITO.  LA CONDANNA FU AD ANNI 11 E MESI 8 DI RECLUSIONE CON LA CONCESSIONE DELLE ATTENUANTI DELLA PROVOCAZIONE.  IN APPELLO GLI VENNERO CONCESSE  ANCHE LE ATTENUANTI DEI PARTICOLARI MOTIVI DI VALORE MORALE E SOCIALE E LA PENA FU ARIDOTTA AD ANNI 7.





Nessun commento:

Posta un commento