venerdì 17 giugno 2016



 





    


Carceri: Report annuale del Forum nazionale dei giovani

i
di Domenico Letizia*

L'Opinione, 17 giugno 2016

Nella giornata del 15 giugno ho partecipato come neo-componente del gruppo di lavoro "Carcere e diritti umani" del Forum nazionale dei giovani alla presentazione del Report annuale sui diritti umani e sulla condizione degli istituti penitenziari italiani. L'evento, svoltosi presso il Centro congressi Roma Eventi ha visto, tra gli altri, la partecipazione del sottosegretario di Stato alla Giustizia, onorevole Cosimo Maria Ferri; il Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale, consigliere Calogero Mauceri; l'avvocato Giuliana Barberi della Commissione Formazione del Consiglio nazionale forense; l'avvocato Michele Vaira, presidente nazionale Aiga; l'avvocato Beniamino Migliucci, presidente dell'Unione delle Camere Penali e i professori del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università Roma Tre, Antonella Massaro e Marco Ruotolo. L'evento è stato coordinato dall'avvocato Luigi Iorio del Partito Socialista e del Forum nazionale dei giovani e dalla portavoce nazionale del Forum, Maria Cristina Pisani. Il moderatore è stato il giornalista Giampiero Marrazzo.

La Pisani ha incentrato l'attenzione sulla problematica delle condizioni delle carceri e della giustizia ribadendo che "il sistema carcerario troppo spesso è interpretato solo dal punto di vista punitivo e non riabilitativo e non consente ai giovani che vivono il periodo di detenzione di intraprendere un percorso educativo che possa portarli non solo a comprendere gli errori commessi sul piano dei princìpi e dei valori, ma che possa anche insegnare loro a valorizzare le proprie potenzialità, le proprie competenze, l'avvio o il proseguimento dei loro percorsi di studi o lavorativi più affini e inclini alle attitudini e aspettative di ognuno, così da poter garantire loro un futuro migliore".
Inoltre, il Forum avvierà numerose visite nelle carceri italiane con la realizzazione di attività di formazione all'interno degli istituti di pena, avviando da subito un canale di comunicazione con le istituzioni competenti e immaginando attività pilota che possano rappresentare delle buone prassi da attivare, successivamente, su tutto il territorio nazionale. Particolare attenzione è stata dedicata al Report pubblicato dal Forum e curato dall'avvocato Luigi Iorio, evidenziando le carenze che l'impianto penitenziario italiano riporta sotto molteplici profili. La presenza del sottosegretario Cosimo Maria Ferri ha permesso di evidenziare alcune problematiche in alcune strutture penitenziarie del territorio nazionale, come Reggio Calabria, e le condizioni della struttura di Santa Maria Capua Vetere nel casertano. Particolare attenzione è stata posta alla problematica dei sordomuti nelle carceri, alla figura dell'interprete per abbattere i problemi di comunicazione e ai meccanismi populistici che si incontrano nell'avviare una discussione sull'amnistia e l'indulto.

*Consiglio direttivo di "Nessuno tocchi Caino" e componente della Lidu
 



Nessun commento:

Posta un commento